Home | Cino Bozzetti | Ernesto e Mario Ferrari | Attività | Servizi ai soci | Il territorio | Archivio | News | Contatti

I Burattini del Sole

Alla scuola materna di Gamalero
Esordio per i Burattini del Sole
Con la commedia Arlecchino e la torta magname magname hanno ufficialmente esordito alla scuola materna di Gamalero i Burattini del Sole, nuova sezione dell’associazione culturale FeBo. I piccoli spettatori (vi erano però anche i grandi, con il sindaco Andrea Guazzone) hanno seguito la recita con grande interesse, ma particolarmente partecipati sono stati i frequenti colloqui fra pubblico e burattini. Ovviamente grandi risate per quell’imbranato di Arlecchino, che finisce per prendere un sacco di legnate da tutti. I Burattini del Sole Sono una recentissima creazione artistica, nel senso di costruzione, di Anna Maria Bonon Repetti, di S. Rocco. Per lo spettacolo di Gamalero, le voci sono state fornite dalla stessa Bonon (Arlecchino), coadiuvata da Paolo Reginato (Brighella), Gianni Piazzano (Pantalone), Catia Guazzane (Gisella), Elena Sciarabba (Gilberto), Manrico Punzo (il bandito). Il divertente testo è nato dalla collaborazione di Manrico Punzo e Anna Bonon, che ha realizzato anche le scenografie. Il nuovissimo teatrino, completamente smontabile, è una creazione di Renato Rapetti che, con Luca e Piero Grande, è stato uno dei tecnici del suono, delle luci e degli effetti speciali dello spettacolo.
                                                                                   Tratto da Tamburén, aprile 2003



Esordio durante Volontariato in Piazza a Castelletto Monferrato
Successo per i burattini del sole
Il 25 maggio 2004 la compagnia I Burattini del Sole, sezione di teatro di figura dell’associazione culturale FeBo., ha partecipato alla giornata Volontariato in piazza organizzata a Castelletto Monferrato dalla locale sezione dell’AVIS.
Il successo è stato superiore ad ogni aspettativa con applausi a scena aperta. Al pubblico di grandi e piccini accorsi numerosi all’invito dell’AVIS è stata presentata la commedia di Manrico Punzo e Anna Bonon Arlecchino e la torta magname magname, un’esilarante storia imperniata sul goloso servo di Pantalone che si mangia la torta del fidanzamento della giovane padrona, Gisella, la quale a sua volta si fa rapire per amore. Il tutto condito da una buona dose di bastonate e dagli imbrogli di Brighella.
Per l’occasione gli “animatori” dei personaggi sono stati Anna Bonon (Arlecchino), Gianpaolo Reginato (Pantalone e Brighella), Catia Guazzone (Gisella), Elena Sciarabba (Gaudenzio), Manrico Punzo (il rapinassatore). Piero e Luca Grande, Renato e Davide Rapetti hanno curato l’allestimento del teatrino, le musiche e gli effetti speciali. Il complesso, che con qualche minima variante si era esibito in anteprima a Carnevale presso la scuola materna di Gamalero, si è confermato un insieme affiatato. Brava Catia Guazzane nella parte della bella capricciosa che il padre vorrebbe far sposare a un ricco vecchio, e come sempre puntigliosa l’interpretazione di Reginato nelle vesti di Pantalone e del balbuziente Brighella.
                                                        Tratto da Tamburén, giugno-luglio 2003


Invitati da Morbello Vivo e Pro Loco
A Morbello con i burattini
I Burattini del Sole, nonostante le molte difficoltà sono stati protagonisti di un bello spettacolo a Morbello. Si è recitato sul campo sportivo in una serata di calura in cui non si agitava una foglia. A invitare il gruppo sono stati i membri dell’associazione culturale Morbello Vivo che ha organizzato ogni cosa in collaborazione con la Pro Loco e il Comune. I Burattini del Sole hanno portato ancora una volta in scena la commedia Arlecchino e la torta magname magname di Anna Bonon e Manrico Punzo, nell’interpretazione di Anna Bonon, Paolo Reginato, Catia Guazzane, Elena Sciarabba e Manrico Punzo. Alle musiche e agli effetti speciali Piero Grande, Davide e Renato Rapetti. Ancora una volta da rilevare il particolare di uno spettacolo nato per i più piccini, che tuttavia riesce a divertire moltissimo anche gli adulti, mentre in alcuni casi spaventa i più piccoli, sorpresi specialmente dalla comparsa delle maschere inattese.
                                                                              Tratto da Tamburén, agosto 2003

Arlecchino e la torta
magname magname

di Manrico Punzo
Testo teatrale nato da un’idea di Anna Maria Bonon Rapetti dal titolo La torta di Arlecchino. Riduzione per il teatro dei burattini a cura de
I burattini del sole.
Rappresentazioni:
Carnevale 2003
Gamalero
Festa del Volontariato
25 maggio 2003 - Castelletto Monferrato
Festa patronale
7 agosto 2003 - Morbello

La torta di Arlecchino
di Anna Maria Bonon Rapetti
È stata rappresentata a Frascaro (AL),
il 29 febbraio 2004,
in una versione ridotta per 6 mani

Arlecchino
e il brachetto d’Acqui

di Manrico Punzo
Rappresentata ad Acqui Terme in occasione della Festa del Brachetto, agosto 2003

Arlecchino leccapiatti
di Manrico Punzo
rappresentate ad Acqui Terme in occasione della Festa del Brachetto, agosto 2003

Cappuccetto Rosso
di Anna Maria Bonon Rapetti
Rappresentata a Frascaro (AL),
il 29 febbraio 2004

Ad Acqui per La Via del Brachetto
Con I Burattini del Sole si è brindato fra le risate
Ultima uscita estiva ad Acqui in occasione dell’iniziativa La Via del Brachetto per I Burattini del Sole, sezione di teatro di figura dell’associazione culturale FeBo. Si è recitato in cima alla scalinata che immette a palazzo Robellini, invitati dall’Enoteca di Acqui e dagli altri organizzatori della manifestazione.
In via del tutto sperimentale, ma con notevole successo, sono state recitate brevissime scenette di cui alcune improvvisate secondo i canoni del teatro dell’arte e aventi come soggetto proprio Acqui e il vino. Ne è scaturito uno spettacolo fresco e divertente a cui hanno assistito numerosi grandi e piccini. La giornata è servita anche a collaudare un gruppo ridotto di animatori e un tipo di spettacolo veloce, con poco scenario, legato piuttosto al rapido scambio di battute ridanciane.
Ora la compagnia effettuerà una breve sosta per rivedere i canovacci di recitazione e per stendere alcune nuove commedie o favole sceneggiate. Probabilmente il “parco” dei personaggi creato da Anna Bonon verrà ulteriormente arricchito sulla base anche dei nuovi testi in cantiere.
                                               Tratto da Tamburén, sett.- ott. 2003