Home | Cino Bozzetti | Ernesto e Mario Ferrari | Attività | Servizi ai soci | Il territorio | Archivio | News | Contatti

Bibliografia


Testi fondamentali per l’opera incisa di Cino Bozzetti sono:

- Italo Cremona, Francesco (Cino) Bozzetti, Ed. Accame, Torino, 1941

- Angelo Dragone, L’opera incisa di Cino Bozzetti, Centro Piemontese di Studi d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino, 1950. Il volume, che cataloga e riproduce tutte le acqueforti dell’autore, è senz’altro da considerarsi fondamentale per la conoscenza e la comprensione dell’incisione di Cino Bozzetti.

Per quanto concerne i soli acquerelli  :

- Jolanda Dragone Conti, Cino Bozzetti e l’acquerello, Centro Piemontese di Studi d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino, 1951

Cino Bozzetti ha inoltre lasciato scritti, su numerosi taccuini, che raccolgono il frutto delle sue ricerche nel campo del sapere più vasto. Una prima trascrizione del contenuto dei taccuini è stata curata da:

P. Remo Bessero Belti, I.C.,  Saggi dagli scritti di Cino Bozzetti, Centro Piemontese di Studi d’Arte Moderna e Contemporanea, Torino, 1950


Le Colombette

Soprattutto per le “personali“ e per le sue partecipazioni a mostre ed esposizioni di maggiore interesse, i critici più importanti hanno pubblicato articoli e recensioni, su quotidiani, periodici, riviste d’arte. Tra questi ci piace ricordare il pittore Enrico Paulucci, Marziano Bernardi (critico de La Stampa di Torino), Emilio Zanzi (critico de La Gazzetta del Popolo di Torino ), Edoardo Persico di Milano, Piero Torriano, Lamberto Vitali, Italo Cremona, Luigi Carluccio (critico de Il Popolo Nuovo), Carlo Alberto Petrucci (direttore della Calcografia Nazionale di Roma ), Leonardo Borgese (critico de Il Corriere della Sera di Milano ), Marco Valsecchi di Milano, Ugo Ojetti sul Corriere della Sera, F. Scroppo (critico de L’Unità ), Franco Antonicelli (critico letterario, scrittore ed amico), A. Mistrangelo, Dino Molinari, C. Horning su Allgemeines Künstler-Lexikon, München, Leipzig, Francesco Sottomano (nel 1999, 50° della morte ), Albino Galvano di Torino.

Una menzione a parte meritano Angelo Dragone ed il figlio Piergiorgio, professore di Storia dell’Arte all’Università di Torino, che dagli anni ‘40 a tutt’oggi hanno seguito e recensito con grande attenzione ed affetto l’opera di Cino Bozzetti.

A titolo di esempio, pubblichiamo alcuni brani di recensioni, che possono far comprendere meglio come il pittore di Borgoratto, pur se di carattere schivo e solitario, fosse conosciuto, apprezzato e stimato dalla critica.